Per leggere la realtà

(…) è necessario allora che il cristianesimo si manifesti in tutta la sua forza, di esercizio dell?intelligenza profonda della realtà. Il cristianesimo non ha nulla a che vedere con l?irrazionalismo, con la rinuncia alla dignità della ragione che invece ha sempre esaltato; ma nello stesso tempo, questa ragione non va assolutizzata, essa va coniugata con il principio ?amore?. E il Logos incarnato non è solo rivelazione della struttura intelligente del disegno originario del Creatore, ma è anche il Logos che si è incarnato per amore e che si è rivelato come il Dio che è amore. Dunque, intelligenza e amore sono inseparabili e dalla coniugazione di queste due componenti fondamentali della realtà della vocazione umana della rivelazione divina, può scaturire anche il dialogo più fecondo, l?evangelizzazione più autentica, il servizio all?uomo più pieno.

Mons. Bruno Forte sul discorso del Papa a Verona

Annunci

Un pensiero su “Per leggere la realtà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...