Le fate siamo noi

Riprendo dalle fate. Non so farne a meno… E dai pittori di fate. Fairy Queen, intona il coro – e torna l’incanto. Non siamo altro. Leggeri muoviamo, e la coscienza è una superficie, con Lacan, qualcosa che si forma sullo specchio. Non c’è bisogno del pensiero padrone, pensiero della morte. E’ giusto prendere strade nuove dove non c’è nosologia a etichettare i sogni. Si fa progetto il disagio, passando per la poesia. Ma la vita non ha da essere simulata. E’ qui la vita… Scrivere, e comunicare quel che si scrive a chi ascolta ancora. C’è un vasto cielo da percorrere.

(by r.c.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...