Increduli per fede

Verrà, qualcosa verrà, mentre diciamo. Nessuna forza può contenere questa forza. Essa è giusta, e nulla è così. Joyce non poteva saperlo, lui lo era e basta… Trarsi fuori dal piccolo cabotaggio, con un salto, sorprendersi differenti, sciogliere parole di secoli, che non aspettavano … che sciogliersi. Siamo qua per questo. E non c’è altro. Arriva d’improvviso il sogno e tutto è benedetto, e il pianto è salute – benedetto. Visione che coincide con il reale; reale che a sua volta è inventato dalla visione… Tu mi dici altre parole, non importa nulla, ora. Raggiungimi sulle scale come quella volta nel sogno. Mi perderò ancora e non saprò nulla del mondo, saprò solo che si può dire…
Sconvenienti per quanto siamo, non c’è altro da essere. Miscredenti riguardo alla religione, eppure crediamo. Ma non è così semplice… Vienimi a trovare e ti parlerò. Le parole sono carne. Guarda … quali fate ci accompagnano per i sentieri del bosco – e magici bambini. Perderemo la strada. Solo la poesia resterà. Raggiungi questa sponda e vivi. Non c’è morte, c’è solo resurrezione, e del corpo non ne sappiamo niente… Il sogno si allarga sulla Georgia di Pasternak, mentre il cammino diviene per pochi nella notte di Juan.

(by r.c.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...