Come il pane (2)

Il vento e i campi come pane, il canto come unico sostentamento… Perché si possa vivere, si riesca a esistere in questa incomunità, in questa distanza presente in ogni incontro, che sia dovuta all’intrinseca impossibilità delle relazioni o che nasca dall’ignoranza di essa e quindi dai goffi tentativi di normale rapporto.

r.c.

Annunci
Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...