L’esilio, condizione poetica

Scegliere la poesia è trovarsi esiliati, sapendo che estremamente difficile sarà la comunicazione; piuttosto prevarrà il malinteso cui ci esponiamo volontariamente, con la nostra scomoda e assurda decisione. Eppure questa solitudine è la nostra, la nostra singolarità che si realizza – per quanto può realizzarsi nella sua disfatta.

(r.c.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...