Rivoluzione della dignità

‘Per dieci parole bugiarde non sottoscritte’ avevano rinunciato alle comodità del posto fisso nella scuola del Ventennio, mentre conosciamo gente che per un posto di assessore firmerebbe non un semplice giuramento di fedeltà, ma patti di qualsiasi tipo. Questione di dignità!
Mattina in Biblioteca sulla lettura de ‘Il male dentro di noi’ di Vittore Fiore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...